Kalamu


Vai ai contenuti

Biografia

Biografia

I Kalamu ( il cui nome significa “musica calabra”) sono una band calabrese di musica folk- rock.
Il progetto iniziale, incentrato sulla rielaborazione della musica tradizionale del Sud Italia attraverso contaminazioni di diversi generi musicali, si è col tempo evoluto in uno stile personale con canzoni scritte da loro. I testi spaziano dai temi sociali a brani di carattere intimistico. Tra impegno (come una costante lotta alle mafie) ed ironia (volta ad esorcizzare il marcio della società) i loro brani prendono vita per parlare a tutti in una costante ricerca di comunicazione. Le musiche abbracciano tutto il mondo e si focalizzano su una propria distintiva timbrica dai ritmi incalzanti e coinvolgenti. Cinque album in attivo fino ad oggiAggiungi un appuntamento per oggi, numerosi i concerti in Italia e all’estero; un’impronta folk underground quella dei Kalamu che non lascia fuori nessuno ed unisce con disinvoltura. Le parole chiave per definire i Kalamu sono certamente energia, impegno e divertimento.

Nel 2005 esce il singolo Kalamu che contiene 3 brani e che anticipa l’uscita, dell'album "Calafrica" (SanaRecords/AudioGlobe), . Dodici tracce inedite con sonorità etniche che si mescolano alle più pure e semplici melodie del Sud Italia. Una combinazione che riesce spontanea, quasi naturale. Si parte dalla Calabria per abbracciare tutte le culture. Parte l'omonimo tour con un programma ricco di date che vedono i Kalamu percorrere, affascinare e travolgere tutto il sud Italia, fino ad arrivare all'Italian Gusto Festival al Barbican Centre di Londra, mentre il tour invernale si svolge nel centro e nel nord Italia. Importante l'uscita del Cortometraggio “I am Calabrese” con la regia di Antonio Malfitano, che usa la musica dei Kalamu come colonna sonora e vincitore di moltissimi premi, trasmesso dalla RAI e da altre emittenti televisive.

Nel 2006 esce il singolo"Cultura Popolare" , distribuito nelle radio d'Italia e a seguire l'omonimo album (Sana Records/Venus) che contiene 11 tracce tra cui 4 popolari rielaborate e 7 pezzi inediti che rispecchiano l'identità di un gruppo ormai consolidato, un viaggio attraverso i luoghi, la gente, la vita che li circonda. La realtà, a volte cruda, delle terre del Sud viste con gli occhi di chi non smette mai di sperare e di sognare. L'album suscita grande interesse della critica e del pubblico.

Il gruppo si esibisce con un mini concerto + intervista su Radio Popolare e molti servizi vengono trasmessi su Radio Onda d’Urto, Controradio, Rai Radio Uno e molte altre emittenti. Diversi i servizi televisivi su RAI Tre, Telespazio Calabria, Tele Italia, Tele Diamante, Tele Molise e TEN dove il brano dei Kalamu "Da mare a mare" viene usato come sigla e come tema portante della trasmissione "Il palio dei Comuni" in onda dall'autunno 2006. Si parte col nuovo tour "Cultura Popolare" per una primavera ed un'estate all'insegna della "…musica calabra".

Moltissime le date dei concerti che si susseguono con crescente fervore della gente. Il 2007 si apre con l’uscita del primo videoclip del gruppo sulle note del brano “Cultura Popolare”. I Kalamu, si esibiscono in un concerto a Giessen (Germania) per il 20° Anniversario dell’ATIK (Associazione dei Lavoratori Turchi in Europa). Partecipano inoltre al 60° Anniversario delle Resistenze a Marzabotto (BO), al “Cultura Popolare Festival” alla Cascina Monluè a Milano insieme ad artisti internazionali quali Alpha Blondy, all’Etno-Jazz Festival di Castrovillari (CS), al "Festival dello Stretto" di Reggio Calabria ed altre tappe europee come Basilea in Svizzera e il bellissimo Youth Cultur & Art Festival di Francoforte in Germania.

Nel 2008 escono i due singoli “ 1-2-3 Rivoluzione” e “A sud”, trasmessi nelle radio, che anticipano la prossima uscita dell’album. Il nuovo lavoro dal titolo “Bevo alla vita” (Sana Records/Venus) esce nel Maggio del 2008, con dieci brani fra tradizione ed innovazione, in cui l’ormai inconfondibile musicalità dei Kalamu stringe legami sempre nuovi, condendo il tutto di tenacia e dinamicità, allegra e spensierata bizzarria. Nello stesso periodo realizzano il nuovo videoclip “1-2-3 Rivoluzione” confermando il positivo sodalizio con il regista Antonio Malfitano. Il “Bevo alla vita tour” parte con grandi date, tra cui il concerto con Eugenio Bennato presso l’Ex Birrificio Zithum a Milano, registrato per Rai Due andato in onda nel programma “Follia Rotolante”; il concerto allo “Sgrana e (Tra)balla” al CPA FI-Sud di Firenze che ha visto anche la presenza del gruppo corso de L'Arcusgi. La partecipazione al Premio Antimafia "Giannino Lo Sardo" (citato dai Kalamu nel brano “Insieme ce la faremo”) Cetraro (CS). Inoltre il brano “Cammina” viene usato come sigla del programma televisivo “Paese mio” in onda da giugno 2008 su Tele Europa Network. Il tour li vede partecipare ad importanti festival europei il “Fiestizaje Festival” di Leon in Spagna, il “Canti di Settembre” a Bastia in Corsica e ad Oberstenfeld in Germania. La trasmissione televisiva "Un sindaco...una città"in onda su TEN, usa il brano "A Sud" come sigla.

Nel 2010 esce “Costruiamo Palazzi”, il quarto album del gruppo, che abbraccia sonorità più rock. Contiene 12 brani tra cui “L’acqua fa male”, il brano del nuovo videoclip girato nel bellissimo Teatro Rendano di Cosenza. Una nuova stagione di concerti in Italia e all’estero: partecipano al “Peperoncino Sud Festival” a Milano con Apres la Classe e Officina Zoe, all’ “UP Festival” a Pavia, al “Notte Rock” a Finale di Pollina (PA),” Sconfinamenti e Contaminazioni” a Genova, “YGD Festival“ Francoforte in Germania e un mini tour in Austria. Moltissime sono le interviste radiofoniche, le recensioni sulla stampa specializzata e non, partecipazioni a convegni e talkshow. Il brano Costruiamo Palazzi fa parte della “BEAT vs LUNATIK compilation vol.4”. Con la loro presenza e la loro musica partecipano al documentario “Necesitas algo, nena?” che racconta la storia di una donna calabrese emigrata in Argentina diventata una “desaparecida”. Nel 2011 dalla mente di Antonio Malfitano prende vita il musical teatrale “Kalafrica” strutturato sulle canzoni dei Kalamu utilizzando versi originali o adattati dal regista.

Il 2012 è l’anno della raccolta “ Giro Vago” con 16 tracce di cui tre inedite . La raccolta permette di ripercorrere le tappe musicali fondamentali della vita dei Kalamu attraverso brani che ne hanno fatto la storia, tutti rivestiti di nuovi arrangiamenti pronti a delineare il percorso stilistico attuale del gruppo, sottolineato in pieno dai 3 nuovi brani. Parte in contemporanea all’uscita dell’album il nuovo tour italiano ed europeo.

Alcuni eventi a cui i Kalamu hanno partecipato:

2005 - Seminario musicato Università della Calabria, Rende (CS)
2005 - NunnefaKundo Festival, Buonabitacolo (SA)
2005 - Voci del Sud, Finale di Pollina (PA)
2005 - Arte e Archi in Aterrana, Aterrana di Montoro Superiore (AV)
2005 - Italian Gusto Festival, Londra (Gran Bretagna)
2006 - Festival di Musica Popolare Auditorium Flog, Firenze
2006 - 28° Anniversario in memoria di Peppino Impastato, Cinisi (PA)
2006 - Monasterock, Vaprio d'Adda (BG)
2006 - Patchanka, Radio Popolare Network
2006 - Sud Sud Festival Cascina Monluè, Milano
2006 - Mazda palace, Milano
2006 - Suoni etno blues, Canistro (AQ)
2006 - Laos Fest, Scalea (CS)
2006 - Phuscos Festival, Roccabernarda (KR)
2006 - Peperoncino Folk Festival Leoncavallo, Milano
2007 - 20° Anniversario dei Lavoratori Turchi in Europa, Gießen (Germania)
2007 - Villaggio Globale, Roma
2007 - Festa della Musica VOV102, Torino
2007 - Campeggio Nazionale delle Resistenze, Monte Sole Marzabotto (BO)
2007 - Festival Etno Jazz, Castrovillari (CS)
2007 - Cultura Popolare Festival, Cascina Monluè, Milano
2007 - Festival dello Stretto, Reggio Calabria
2007 - Festival del Peperoncino, Diamante (CS)
2007 - Festival, Basilea (Svizzera)
2007 - Youth Cultur & Art Festival, Francoforte (Germania)
2008 - Sgrana e (Tra)balla CPA FI-Sud, Firenze
2008 - Novegro Summer Festival, Segrate (MI)
2008 - Taranta Power Festival...e invece musica nella Locride, Ardore (RC)
2008 - Festival Nazionale del Teatro Popolare e della Tradizione, Campobasso
2008 - La Vozza d'Oro, San Nicola da Crissa (VV)
2008 - Follia Rotolante, Rai Due
2009 - Mediterraneo Antirazzista, Ballarò, Palermo
2009 - Music for Peace, Genova
2009 - Fiestizaje, Villafranca del Bierzo, Leon (Spagna)
2009 - Canti di Settembre, Bastia (Corsica)
2009 - Oberstenfield (Germania)
2010 - Peperoncino Sud Festival, Milano
2010 - UP Festival, Pavia
2010 - Concerto del 25 Aprile, Piazza Santo Spirito, Firenze
2010 - Pizzo Taranta Festival, Pizzo (VV)
2010 - Notte Rock, Finale di Pollina (PA)
2010 - Sconfinamenti e Contaminazioni, Genova
2010 - YGD Festival al Titus Forum, Francoforte (Germania)
2011- Forum Sociale Antimafia, Cinisi (PA)
2011 - Fleckenfest, Oberstenfeld (Germania)
2011 - Festival del Mediterraneo, Genova
2011 - Fiestizaje, Villafranca del Bierzo, Leon (Spagna)
2011 - YGD Festival, Linz, Vienna , Innsbruck (Austria)
2011 - 150 anni Unità d’Italia, Aspromonte (RC)
2012 - Il giorno che non c’è, Lamezia Terme (CZ)
2012 - Peperoncino Sud Festival, Rozzano (MI)
2012 - 10° edizione Sgrana e Traballa, Firenze
2012 - Meeting del Mare, Marina di Camerota, (SA)
2012 - Che Festival, Genova


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu